Tra Gnome3 e Kde4 io ho scelto… Xfce4!

Vi ho già parlato della mia breve avventura con Ubuntu, per cui saprete già che ad Unity ho preferito l’ormai-legacy Gnome2.

Non appena tornato con Arch avrei installato volentieri Gnome2, ma fatalità ha voluto che ormai Gnome2 fosse deprecato e al suo posto, nel repository [extra] facesse la sua bella presenza Gnome3.

Ho voluto concedergli una possibilità. Quale modo migliore di inaugurare una leggerissima net-install se non con una badilata di pacchetti da installare?

Devo dire che Gnome3 mi ha fatto una bella impressione, soprattutto a livello grafico, e decisamente meno a livello di funzionalità: praticamente si è passati da un DE completo e personalizzabile a un DE minimale (quanto meno nelle funzionalità) e difficilmente configurabile. Comprensibile però: nei prossimi mesi potremo giudicare con più distacco le potenzialità di questo nuovo Gnome.

Nel frattempo però, appurato che Gnome3 non lo volevo usare, ho iniziato a guardarmi intorno in cerca di alternative. Per chi non se lo ricorda, i miei ultimi anni su Arch li ho passati su un minimale openbox con un minimale lxpanel e zero menu o icone. Ammetto che non mi sarebbe dispiaciuto avere qualche coccola in più dal mio DE. Anzi, sarebbe più corretto dire che non mi sarebbe dispiaciuto usare un DE e non un WM.

KDE l’ho sempre snobbato, e anche se ora lo guardo con un po’ più di rispetto sono troppo affezionato alle GTK e alle applicazioni costruitesi attorno ad esse.

L’equazione era semplice da risolvere: DE + GTK – GNOME = XFCE4
I più scaltri mi faranno notare che esiste anche LXDE, ma provenendo da un openbox+lxde+thunar capirete che volevo osare qualcosa di più.

Xfce4 viene spesso etichettato come uno Gnome più leggero ma non poi così tanto più leggero. In effetti ha sempre vissuto un po’ all’ombra dello gnomo.

Devo invece dire che con qualche accorgimento, l’esperienza con Xfce4 si sta rivelando piuttosto appagante.

Qualche accorgimento

  • Installare xfce4-power-manager per configurare e fare gestire automaticamente le impostazioni di risparmio energetico (principalmente la luminosità del display e la sospensione).
  • Installare xfce4-volumed per controllare il volume audio con i tasti multimediali della tastiera.
  • Facoltativo, installare superswitcher (ma se non lo installate vi perdete una piccola meraviglia).
  • Facoltativo a seconda dei gusti: guake-terminal, un terminale drop-down
  • http://picchiopc.wordpress.com picchiopc

    Xfce 4.8 è una meraviglia, lo uso anche io nella mia archbox :D

    PS: se vuoi un guake-terminal più leggero prova Tilda :D

  • pierloz

    Adesso guardi Tilda, diciamo che ho provato solo guake-terminal ed è stato amore a prima vista.

  • http://dottorblaster.it Bl@ster

    Purtroppo ho sentito in XFCE quello che di solito si prova ad andare con l’amica un po’ meno bella ma simpatica della tua ex.
    Ho preferito KDE4 :D

  • 4javier

    @Blaster
    in pratica sei andato con l’amica antipatica ma più abbagasciata della tua ex, per pura ripicca :-D
    @pierluigi
    sono convinto che finalmente con l’uscita di gnome3, anche xfce abbia senso di esistere, sperando che prima o poi non decidano di virare anche loro verso l’interfaccia utonto-proof :-/
    Di preciso cosa ti mancava del tuo sistema senza DE?

  • pierloz

    @Blaster: sei a dir poco il migliore :D

    @4javier: sentivo la mancanza di una integrazione più completa, soprattutto per alcuni dettagli come il power-manager e la gestione dei monitor esterni.

  • Angelo Platti

    vedo che in molti in sto periodo sono in fase di “perdizione” dopo la decaduta di GNOME.. anche io come blaster da un po’ mi sono accasato con KDE4, un po’ strano il primo ambientamento ma adesso non mi trovo malaccio :) comunque anche XFCE (e sopratutto Thunar) se configurati bene sono un portento

    ps sono Berseker, mi sono loggato col mio account Google per sbaglio :)

  • M0rF3uS

    quoto picchio, xfce è una meraviglia sotto tutti i punti di vista, peccato che proprio stamani ha deciso di darmi problemi, dopo l’avvio non mi “decora” più le finestre disegnandomele senza bordi e non lasciandomi più quindi la possibilità di interagire con esse.
    Pazienza più tardi indaghero, per oggi ho switchato a gnome3 in quanto in ufficio non ho cosi tanto tempo da perdere per mettermi ad indagare :D

  • @unruhe

    Interessante questo articolo… KDE 4 è diventato un chiodo. Se non hai un quad core e minimo minimo 2 GByte di RAM ne senti tutta la pesantezza e la sofferenza, ha un certo numero di bug e funzionalità mancanti che ancora non vengono completate… Gnome 3 non l’ho provato. Xfce4 è carino e leggerissimo, parte all’istante e si chiude all’istante… KDE 4 ci mette un secolo… ma xfce4-volumed non si riesce di farlo passare da AUR ai depositi della community? L’ho appena votato :) .@unruhe – http://kde-it.org/