Posts tagged ‘kernel’

sreadahead-1.0 con supporto per tutti i filesystem

Leggo con piacere che è uscita la versione 1.0 di sreadahead, che tra le varie cose, diventa indipendente dal file system utilizzato e garantisce maggiore velocità nella generazione della lista.

E’ pur sempe richiesta una patch nel kernel, ma almeno adesso non è richiesto ext3 come fs.

Conto di metterci le mani sopra quanto prima!

Downvolting, anche sul kernel pacchettizzato -ARCH

Nel post precedente ho detto che per il downvolting occorreva ricompilare il kernel con la patch phc.

A dire il vero ho scoperto ora per caso che esiste in aur il pacchetto del solo modulo acpi-cpufreq per il kernel -ARCH, già patchato.

Quindi anche chi usa il kernel -ARCH può rimpiazzare quel modulo installando il pacchetto da aur e avvalersi del downvolting.

W aur!

Link: http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=18310

Downvolting anche sull’atom!

Dei benefici del downvolting della cpu ne ho scritto già in passato, e il mio pentium M 740 è 3 anni che gira downvoltato.

La bella notizia è che anche l’atom può essere downvoltato, e l’altra bella notizia è che la patch phc (già integrata in zen) lo supporta già.

La mezza cattiva notizia è che non si può abbassare il voltaggio della cpu quando ha moltiplicatore minimo. Ovvero a 0,8Ghz il voltaggio minimo è quello di default.

Per ora me la sono cavata con l’aggiunta in rc.conf di queste due righe:

echo “24 17 15 15″ > /sys/devices/system/cpu/cpu0/cpufreq/phc_vids
echo “24 17 15 15″ > /sys/devices/system/cpu/cpu1/cpufreq/phc_vids

Con il tempo vedrò se i voltaggi vanno bene.
La ventolina al massimo potrebbe essere un ricordo :)

xorg con driver intel: benchmark gtkperf

Sul forum inglese di arch (e non solo lì) diversi utenti si sono lamentati di un calo di prestazioni dei driver video intel.

Ho voluto verificare se il consiglio di utilizzare XAA come AccelMethod sia valido.

Ho usato il bechmark gtkperf per controllare le prestazioni dell’intel 945GME integrata nell’eeepc 901.

Ecco i risultati per quanto riguarda XAA:

GtkEntry – time: 0,15
GtkComboBox – time: 2,30
GtkComboBoxEntry – time: 1,47
GtkSpinButton – time: 0,28
GtkProgressBar – time: 0,21
GtkToggleButton – time: 0,42
GtkCheckButton – time: 0,28
GtkRadioButton – time: 0,66
GtkTextView – Add text – time: 2,07
GtkTextView – Scroll – time: 0,70
GtkDrawingArea – Lines – time: 1,81
GtkDrawingArea – Circles – time: 3,98
GtkDrawingArea – Text – time: 5,76
GtkDrawingArea – Pixbufs – time: 0,28

Total time: 20,37

e per quanto riguarda EXA:
GtkEntry – time: 0,15
GtkComboBox – time: 2,33
GtkComboBoxEntry – time: 1,42
GtkSpinButton – time: 0,27
GtkProgressBar – time: 0,21
GtkToggleButton – time: 0,38
GtkCheckButton – time: 0,28
GtkRadioButton – time: 0,73
GtkTextView – Add text – time: 2,22
GtkTextView – Scroll – time: 0,92
GtkDrawingArea – Lines – time: 2,39
GtkDrawingArea – Circles – time: 5,45
GtkDrawingArea – Text – time: 5,03
GtkDrawingArea – Pixbufs – time: 0,28

Total time: 22,07

Infine, EXA con opzione “MigrationHeuristic” “greedy”

GtkEntry – time: 0,12
GtkComboBox – time: 2,07
GtkComboBoxEntry – time: 1,69
GtkSpinButton – time: 0,28
GtkProgressBar – time: 0,24
GtkToggleButton – time: 0,47
GtkCheckButton – time: 0,24
GtkRadioButton – time: 0,68
GtkTextView – Add text – time: 2,27
GtkTextView – Scroll – time: 0,89
GtkDrawingArea – Lines – time: 2,45
GtkDrawingArea – Circles – time: 5,71
GtkDrawingArea – Text – time: 18,29
GtkDrawingArea – Pixbufs – time: 0,55

Total time: 35,96

Come si può vedere, XAA risulta il più performante, seguito a ruota da EXA, mentre EXA con l’opzione “greedy” risulta molto molto più lento (eppure viene consigliata in certi siti).

Sembra però che con la recente inclusione del GEM di intel (graphics execution manager) nel kernel 2.6.28, EXA (o meglio, il nuovo UXA) migliorerà al punto da essere finalmente più veloce di XAA.

Giocando con sreadahead

Oggi pomeriggio ho voluto sperimentare sreadahead sull’eeepc 901.

Prima cosa da fare è stato portare la patch da ext3 a ext2, visto che sul piccolino ho scelto ext2 come filesystem per la root.

Considerato la diretta discendenza di ext3 da ext2, è stato molto semplice prendere la patch di sreadahead scritta per ext3 e crearne una per ext2.

Ho poi ricompilato il kernel (lo zen presente nel repository di robertek), ovviamente con l’aggiunta della patch appena scritta.

Ora ho sreadahead funzionante, anche se a onor del vero non vedo nessun incremento di velocità di boot (ovvero, anche senza sreadahead, sono sempre sotto i 20 secondi compreso ambiente grafico openbox+lxpanel+qualche_altra_robetta).

Mi resta da togliermi lo sfizio di guardare un bootchart, perchè stranamente bootchart non vuole funzionare.

A presto per altre osservazioni.

Breve resoconto di “archlinux incontra eeepc 901″

Eccomi a scrivere un paio di righe, ovviamente le sto scrivendo dal piccolo eeepc901 finalmente animato da una aggiornatissima archlinux :)

I dettagli li rimando, lascio solo un breve resoconto dell’installazione e della prima configurazione.

Partizioni Originarie

Il disco principale dell’eeepc (4 GB) si presenta partizionato in 4 partizioni. Le prime due sono utilizzate da xandros (di cui una in sola lettura). Le restanti 2 sono due piccole partizioni di circa 8 MB (mega!), una utilizzata per eventuali aggiornamenti bios (è possibile copiarci li il file del bios e al boot questo verrà aggiornato), e l’altra utilizzata per la funzione fastboot del bios.

Io ho piallato tutto eccetto l’ultima partizione, visto che il fastboot è assai splendido :)

Eventuali aggiornamenti del bios li farò passare da una pennetta usb.

Installazione di arch

Ho usato un masterizzatore dvd usb e l’iso di test 2008.12, per installare un sistema base.

Ho creato un’unica partizione nel disco da 4GB (eccetto quella per il fastboot) e l’ho formattata in ext2.

Niente swap.

Ho in seguito utilizzato la connessione ethernet (il modulo era già presente nel kernel) per compilare il modulo wifi (rt2860, si trova in AUR).

netcfg ha qualche problemino a funzionare. Seguendo il consiglio del wiki di arch ho optato per wicd.

Xorg funziona splendidamente senza dover scrivere nessun file di configurazione. Nota: ricordarsi di installare hal e aggiungerlo ai demoni, altrimenti xorg parte senza le periferiche di input e bisogna riavviare la macchina.

Improving it!

Tra le prime cose che ho fatto, ho montato un tmpfs in /tmp e lì ci ho fatto anche cachare (non è una brutta parola!) firefox.

Oggi ho un po giocato con i kernel di robertek, uno zen ricompilato su misura (oserei dire “striminzito”, sono 5MB) per il 901.

Installato il kernel zen-eee dal suo repo, ho installato anche acpi-eee901, che contiene gli script acpi per gestire i tasti funzione. Contiene anche il programma asusosd, che lanciato all’avvio di openbox mi da un riscontro visivo con un popup quando alzo/abbasso volume e luminosità.

Successivamente ho ricompilato il kernel zen-eee per includere un po di moduli che non so per quale motivo erano stati lasciati fuori.

A breve scrivero di qualche altro pasticcio, e di tutto quello che causa dimenticanza e fretta ho sicuramente dimenticato di dire.