Posts tagged ‘muloserver’

uprecords: chi ce l’ha più lungo?

Non ci si può fregiare del titolo di Pinguino Cantinaro (o, più brevemente di Linaro) se non si ha un serverino in casa.

Il serverino è spesso frutto di saccheggio di vecchi pc dismessi dagli amici o dai parenti. Un piccolo Frankenstein al quale, grazie a Tux, ci vantiamo orgogliosamente di aver dato vita.

Chi ha la fortuna di disporre di una soffitta o di una mansarda infila la sua creatura in qualche suo angolo sperduto; i meno fortunati lo nascondono nell’armadio.

Ma in entrambi i casi, l’obiettivo è sempre quello: uptime. Il serverino deve restare accesso sempre.
Scorribande di processi devono essere libere di pascolare ininterrottamente: apache, mysql, vsftpd, ssh, samba, cups, mldonkey, amule, rtorrent.

Non è quindi un caso il riempirsi di orgoglio non appena l’uptime del proprio sistema segna un nuovo record.
Oggi voglio segnalarvi uptimed, il demone che non può mancare sul vostro serverino.

Il suo scopo è semplice: monitorizza l’uptime del sistema e crea delle statistiche (con tanto di classifica degli uptimes).

I dati raccolti sono richiamabili da terminale lanciando:

uprecords

Ottenendo un output del genere:
esempio di output di uprecords

Una lezione imparata

Per un certo motivo qualche ora fa mi sono trovato a dover collegare un hard disk esterno (usb) al muletto (sempre lui, muloserver).

Una volta collegato mi sono accorto che il modulo usb_storage non veniva caricato.

Considerato l’uptime della macchina (100 giorni e spiccioli) ho immaginato quale potesse essere il problema: il kernel in esecuzione – 2.6.23-ARCH – differiva dal kernel installato con pacman (ovvero kernel26) – 2.6.24-ARCH

Effettivamente era andata proprio così: i vari aggiornamenti del pacchetto kernel26 hanno sovrascritto (com’è giusto che sia, d’altronde) i moduli del kernel correntemente in esecusione, e questo su una macchina che non viene riavviata di frequente è un bel problema, visto che la versione dei moduli installati non coincide con il kernel attivo.

Per ora ci ho messo una pezza aggiungendo

IgnorePkg = kernel26

in pacman.conf. Ovvero evito di aggiornare il kernel, cercando di aggiornarlo selettivamente solo in caso di reboot.

Se qualcun’altro avesse idee migliori, o se mi dovesse sfuggire qualcosa, sono ben accetti consigli.

Muloserver, quando pensi di morire?

Ho qui sulla scrivania una scheda pci usb 2.0 che scommetto ti piacerebbe tanto, vuoi deciderti a morire o devo spegnerti io?

Per ora è questo che mi ferma:

12:28:16 up 74 days, 22:58, 2 users, load average: 0.36, 0.37, 0.40

Forse non dovevo dotarti di UPS, ora sta diventanto un’ossessione.

“Gruppo di continuità”… dovevano chiamarlo accanimento terapeutico.

my apps[5]: weechat

weechat

Weechat è il client per irc che ho scelto per rimpiazzare irssi.

E’ un client testuale (e infatti gira dentro una sessione di screen sul mio serverino).

Tra le cose che me lo fanno preferire a irssi ci sono l’interfaccia di default, molto ben organizzata (integra topic bar e nick list), delle combinazioni di tasti più semplici e un sistema di configurazione più razionale.

La stabilità non è da meno, ho fatto benissimo sessioni da 50 giorni e oltre di uptime.

Infine ecco come si presenta:

weechat

MidpSSH client ssh per cellulari

midpssh_logo

MidpSSH è un client per dispositivi che supportano j2me (cellulari principalmente) e permette di accedere tramite ssh o telnet ad host remoti.

L’ho usato per la prima volta l’estate passata, e mi ha piacevolmente impressionato.

Qualche settimana fa l’ho reinstallato sul mio motorola v360 per sfruttarlo in abbinamento alla semi-flat “Wind PASS” di wind, che al prezzo di 3 euro mensili concede un bonus di traffico pari a 10 MB di dati scambiati (una miseria, ma per un uso saltuario va più che bene).

Ho rispolverato la vecchia registrazione che avevo su dyndns.org e nattato sul router una porta scelta a caso redirezionandola sulla 22 del muloserver che tengo in mansarda (non è un bene avere proprio la 22 aperta, altrimenti sarebbe un brute-forcing continuo).

Il limite principale è la tastiera; in parte ho rimediato creandomi delle macro, ma l’inserimento di un semplice comando è spesso una tortura.
Tra le opzioni più carine c’è la possibiltà di flippare lo schermo e utilizzarlo in posizione orizzontale.

L’intera soluzione è perfettamente funzionante, e con un po di pazienza posso anche riagganciarmi alla sessione di screen nella quale faccio girare irssi, ovunque io mi trovi.

Il link al sito di midpSSH è questo: http://www.xk72.com/midpssh/index.php.