Posts tagged ‘myapps’

my apps[5]: weechat

weechat

Weechat è il client per irc che ho scelto per rimpiazzare irssi.

E’ un client testuale (e infatti gira dentro una sessione di screen sul mio serverino).

Tra le cose che me lo fanno preferire a irssi ci sono l’interfaccia di default, molto ben organizzata (integra topic bar e nick list), delle combinazioni di tasti più semplici e un sistema di configurazione più razionale.

La stabilità non è da meno, ho fatto benissimo sessioni da 50 giorni e oltre di uptime.

Infine ecco come si presenta:

weechat

my apps[4]: amsn

amsn

Premessa: uso da tempo la versione SVN, e la aggiorno abbastanza frequentemente (una o più volte alla settimana).

Amsn è probabilmente il client più compatibile con il protocollo MSN. Sappiamo tutti che MSN è il male® ma quando il mondo va in una direzione, è difficile decidere di andare nell’altra. Così anche se MSN è un protocollo chiuso, se usiamo amsn non ci mancherà nulla, o quasi.

Avatar, messaggi personali, trilli, emoticons personalizzate, webcam, messaggi audio, messaggi “disegnati”… tutto questo e altro è supportato.

Se si deve trovare un difetto in amsn, lo si trova nell’interfaccia grafica: basata su tk (amsn è scritto in tcl/tk) non è per niente moderna nè integrata con i più recenti Desktop Enviroment.

L’attuale skin ufficiale non è malvagia, le più recenti versioni di amsn prese dall’SVN si presentano così:

amsn

Istruzioni dettagliate per avere l’ultimissima versione di amsn (e, molto importante per l’aspetto grafico, anche di tcl/tk) sono disponibili in questo post di Fëanor.

my apps[3]: swiftfox (ovvero firefox)

swiftfox

Mentre firefox non necessita di presentazioni (penso sia così, è il secondo browser più utilizzato al mondo), swiftfox merita qualche riga.

Swiftfox può essere definito una “distribuzione” di firefox. Si tratta del codice sorgente di firefox compilato con apposite ottimizzazioni per ogni singola famiglia di CPU.

Il sito ufficiale propone infatti un archivio contenente i binari per ognuna di queste CPU:

AMD

  • Athlon 64
  • Athlon-XP
  • Sempron
  • Duron
  • Athlon (Thunderbird)
  • Duron (Spitfire)
  • K6-2

Intel

  • Pentium 4
  • Pentium M
  • Pentium 3
  • Pentium 3M
  • Pentium 2
  • Prescott
  • Core Solo/Duo
  • Celeron (Willamette, Northwood, Celeron D)
  • Celeron M
  • Celeron (Coppermine, Tualatin)

Essendo firefox in tutto e per tutto, swiftfox non presenta nessun problema di compatibiltà con le estensioni e i temi di firefox.

my apps[2]: urxvt

urxvt

Proseguiamo la serie “My Apps” con questo emulatore di terminale.

urxvt

Ecco perchè mi trovo bene:

  • leggero: occupa poca memoria, si avvia istantaneamente
  • performante: renderizza l’output molto velocemente, anche nello scrolling
  • customizzabile: basta editare il file ~/.Xdefaults per impostare l’aspetto e il comportamento del terminale.
  • Per finire ecco il mio config (ereditato inizialmente da molok, poi non ricordo di preciso cosa ho cambiato):

    urxvt*geometry:			120x36
    urxvt*showMenu:                 false
    urxvt*veryBoldFont:             false
    urxvt*visualBell:               false
    urxvt*pointerColor:             red
    urxvt*hideButtons:              true
    urxvt*scrollBar:                false
    urxvt*font:			xft:Terminus:size=8:antialias=false
    urxvt*foreground:		white
    urxvt*depth:			32
    urxvt*termName:			rxvt-unicode
    urxvt*jumpScroll:		true
    urxvt*background:		rgb:0000/0000/0000
    urxvt*saveLines:		10000
    urxvt*secondaryScroll:		true
    urxvt*scrollTtyOutput:		false
    urxvt*scrollTtyKeypress:	true
    urxvt*internalBorder:		0
    urxvt*externalBorder:		0
    
    Xft.dpi: 96
    Xft.hinting: 1
    Xft.hintstyle: hintfull
    Xft.antialias: 1
    Xft.rgba: rgb
    
    URxvt.perl-ext-common:		default,matcher
    URxvt.urlLauncher:		swiftfox
    URxvt.matcher.button:		1
    URxvt.matcher.pattern.1:	\\bwww\\.[\\w-]\\.[\\w./?&@#-]*[\\w/-]
    
    urxvt*foreground:            white
    urxvt*background:            black
    !Black
    urxvt*color0:                #000000
    urxvt*color8:                #646464
    !Red
    urxvt*color1:                #cd0000
    urxvt*color9:                #ee0000
    !Green
    urxvt*color2:                #458b00
    urxvt*color10:                #66cd00
    !Yellow
    urxvt*color3:                #eec900
    urxvt*color11:                #ffd700
    !Blue
    urxvt*color4:                #4169e1
    urxvt*color12:                #6495ed
    !Magenta
    urxvt*color5:                #8b1c62
    urxvt*color13:                #cd2990
    !Cyan
    urxvt*color6:                #00a6ac
    urxvt*color14:                #00c5cd
    !White
    urxvt*color7:                #c8c8c8
    urxvt*color15:                #ffffff
    

my apps[1]: gmrun

Con questo articolo voglio inaugurare la serie “My Apps[]“, dove presento alcune delle applicazioni che uso più frequentemente

gmrun

Non c’è modo migliore di cominciare questa serie se non presentando gmrun. Se devo avviare un programma non faccio uso di menu ne tanto meno di icone: un ben più comodo “ALT-F3″ (combinazione impostata nelle impostazioni della tastiera di xfce4, o dal sempre fedele xbindkeys) richiama in primo piano la piccola finestra di gmrun:

gmrun

A questo punto scrivo il comando, o anche solo una parte di esso, visto che gmrun supporta l’autocompletamento con tab, e premo invio.

Ulteriore chicca è il supporto all’history, con le frecce su/giù è possibile scorrere tra i comandi dati in precedenza.

Ah, ovviamente i programmi che servono a portata di mano (urxvt,swiftfox e pcmanfm) li ho bindati ad altri tasti (ALT+\, ALT+F1, ALT+F2)