Posts tagged ‘superswitcher’

Tra Gnome3 e Kde4 io ho scelto… Xfce4!

Vi ho già parlato della mia breve avventura con Ubuntu, per cui saprete già che ad Unity ho preferito l’ormai-legacy Gnome2.

Non appena tornato con Arch avrei installato volentieri Gnome2, ma fatalità ha voluto che ormai Gnome2 fosse deprecato e al suo posto, nel repository [extra] facesse la sua bella presenza Gnome3.

Ho voluto concedergli una possibilità. Quale modo migliore di inaugurare una leggerissima net-install se non con una badilata di pacchetti da installare?

Devo dire che Gnome3 mi ha fatto una bella impressione, soprattutto a livello grafico, e decisamente meno a livello di funzionalità: praticamente si è passati da un DE completo e personalizzabile a un DE minimale (quanto meno nelle funzionalità) e difficilmente configurabile. Comprensibile però: nei prossimi mesi potremo giudicare con più distacco le potenzialità di questo nuovo Gnome.

Nel frattempo però, appurato che Gnome3 non lo volevo usare, ho iniziato a guardarmi intorno in cerca di alternative. Per chi non se lo ricorda, i miei ultimi anni su Arch li ho passati su un minimale openbox con un minimale lxpanel e zero menu o icone. Ammetto che non mi sarebbe dispiaciuto avere qualche coccola in più dal mio DE. Anzi, sarebbe più corretto dire che non mi sarebbe dispiaciuto usare un DE e non un WM.

KDE l’ho sempre snobbato, e anche se ora lo guardo con un po’ più di rispetto sono troppo affezionato alle GTK e alle applicazioni costruitesi attorno ad esse.

L’equazione era semplice da risolvere: DE + GTK – GNOME = XFCE4
I più scaltri mi faranno notare che esiste anche LXDE, ma provenendo da un openbox+lxde+thunar capirete che volevo osare qualcosa di più.

Xfce4 viene spesso etichettato come uno Gnome più leggero ma non poi così tanto più leggero. In effetti ha sempre vissuto un po’ all’ombra dello gnomo.

Devo invece dire che con qualche accorgimento, l’esperienza con Xfce4 si sta rivelando piuttosto appagante.

Qualche accorgimento

  • Installare xfce4-power-manager per configurare e fare gestire automaticamente le impostazioni di risparmio energetico (principalmente la luminosità del display e la sospensione).
  • Installare xfce4-volumed per controllare il volume audio con i tasti multimediali della tastiera.
  • Facoltativo, installare superswitcher (ma se non lo installate vi perdete una piccola meraviglia).
  • Facoltativo a seconda dei gusti: guake-terminal, un terminale drop-down

Superswithcer e non userete mai più “alt tab”

Ecco una mini applicazione in grado di semplificare non di poco la gestione delle finestre.

Uno screenshot (non mio) vale più di mille parole:

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

In pratica non è altro che un popup richiamabile con la pressione del tasto win (sì, proprio quello con il simbolo di windows).

Con alcune combinazioni di tasti si possono spostare finestre da un desktop all’altro, massimizzarle, ridurle a icona, cercare tra i titoli, aggiungere ed eliminare i workspace…

Direttamente dal sito di superswitcher la lista completa di cosa è in grado di fare (sono troppo pigro per tradurla in italiano):

N.B. “Super” sta per “tasto win”

Super-Tab works just like Alt-Tab does (with and without Shift), but also:
Super-Up and Super-Down cycles through all windows in the current workspace in a fixed order (as opposed to Alt-Tab or Super-Tab, whose list of windows is ordered by most-recently-used first – which is good if you want recently used windows, but it’s clumsy to cycle through, for example, all three or four windows in the one workspace). Hold down Shift to re-order the list instead of switching between windows.


Super-PageUp and Super-PageDown maximize and minimize the active window (or restores them if it was already maximized or minimized). Super-Ctrl-PageUp and Super-Ctrl-PageDown do this to all windows on the current workspace, not just the active one.

Super-Left and Super-Right cycles through your workspaces. Hold down Shift to also bring across the active window into the new workspace. Hold down Shift and Ctrl to bring across all windows from one workspace to the next. Unlike Metacity’s Ctrl-Alt-Left and Ctrl-Alt-Right, this ‘loops’ so that, when you get to the end of the list, you cycle back to the start.

Super-F1 moves to workspace number 1, Super-F2 moves to workspace number 2, and so on, up to Super-F12. Again, hold down Shift to bring across the active window, and both Shift and Ctrl to bring across a flock of windows, just like as described above.

Super-Insert creates a new, empty workspace. Again, hold down Shift to also bring across the active window (if there is one) into the new workspace.

Super-Delete deletes the current workspace, if it is empty. Super-Shift-Delete will delete all empty workspaces, down to a minimum of one.

Super-Escape closes the active window. Super-Ctrl-Escape will close all windows on this workspace.

Whilst holding down Super, typing regular letters or numbers will show you only those windows whose titles match that pattern. Pressing Enter (whilst still holding down Super) will then cycle through the matches, regardless of which workspace you are on. For example, if you have a lot of windows open, and you want to get to your web browser window that is showing planet.gnome.org, then hold down Super, then type ‘p’ ‘l’ ‘a’ ‘Enter’ and then release the Super key. Shift-Enter goes in the other direction than Enter (i.e., up and left with Shift, versus down and right without Shift). Use the Space key to enter multiple word fragments, such as ‘pla gn’, to further refine your search.

Finally, when holding down Super, click on image or text representing a window or a workspace to activate it.

Superswithcer è scaricabile da http://code.google.com/p/superswitcher/, o più comodamente installabile su archlinux scaricando il PKGBUILD da AUR.